Spingere al massimo la produttività delle macchine utensili senza alcun compromesso con la qualità

HERA

Con il sistema di mandrini BIG-PLUS® è possibile sfruttare appieno il potenziale delle macchine.

Numerosi costruttori di macchine già utilizzano l’esclusivo sistema di mandrini a doppio contatto BIG-PLUS®® di BIG KAISER, eppure non sono in molti a conoscere nel dettaglio tutti i vantaggi che questo può apportare alle lavorazioni.  

Gli attacchi compatibili con BIG-PLUS® sono caratterizzati da prestazioni elevate e dalla compatibilità con i portautensili standard. I mandrini BIG-PLUS®, in sostanza, migliorano la rigidità dell’utensile grazie al contatto conico e della flangia simultaneo tra portautensile e mandrino macchina; in questo modo, la finitura superficiale e la precisione risultano notevolmente migliorate, ed è possibile prolungare la durata dell’utensile.

Ad oggi sono già oltre 170 i costruttori di macchine che hanno scelto di adottare il sistema BIG-PLUS®. Il loro numero è in continua crescita, eppure, a dispetto della diffusione, non sono in molti a sapere come sfruttare appieno tutto il potenziale di questi innovativi attacchi.

Thomas Nöth, Managing Director di Hera, azienda tedesca che produce armi per uso sportivo, ha saputo riconoscere e sfruttare l’enorme potenziale di BIG-PLUS®. Grande importanza riveste per Hera mantenere ritmi produttivi altamente efficienti, senza però compromettere minimamente la qualità o tradire gli standard elevati dei suoi prodotti di gamma alta.

Del resto, grazie alla tecnologia CAD/CAM impiegata nelle macchine CNC diventa semplice assicurare la miglior qualità e affidabilità di processo. Hera impiega nel suo stabilimento produttivo due centri di lavoro verticali Milltap 700s (equipaggiati con portautensili BIG-PLUS® BT30) e una fresatrice CNC a 5 assi DMU 50 (con portautensili BIG-PLUS® BDV40) di DMG Mori. Su tutte e tre le macchine sono montati utensili BIG KAISER.

HERA Factory

 

Risparmio di tempo del 40 %, ma lavorare con una macchina efficiente non basta

Daniel Krüger è responsabile di produzione in Hera. Ha appena 25 anni, ma dopo molto tempo trascorso in azienda può già vantare una solida esperienza e competenza.

Daniel ha contribuito in prima persona a richiedere l’adozione delle macchine DMG Mori e degli utensili BIG KAISER. Il fattore decisivo è stato la necessità di effettuare un foro di 25,4 mm nel ricevitore superiore di un fucile semiautomatico AR-15. Il fatto che il foto fosse tanto profondo richiedeva estrema rigidità da parte dell’utensile, così da assicurare la massima precisione e finitura superficiale.

“Riceviamo i ricevitori superiori grezzi dell’AR-15, e dopo averli fresati raggiungono la forma finale”, spiega Krüger. “È fondamentale che l’intero processo sia privo di qualsiasi imprecisione. Dal mandrino al portautensile fino all’utensile e al pezzo da lavorare, e al mandrino macchina, tutto deve essere perfetto e l’intero processo deve funzionare come un orologio precisissimo. Non serve a nulla avere a disposizione un centro di lavoro estremamente rigido se poi il portautensile non è in grado di offrire le stesse caratteristiche”.

“Le macchine di DMG Mori sono perfette perché i mandrini SpeedMASTER sono compatibili con il sistema BIG-PLUS®”, spiega Krüger. “I portautensili BT o SK standard possono essere usati con BIG-PLUS® BT e BIG-PLUS® DV”.

Diversamente da altri mandrini macchina, BIG-PLUS® offre un doppio contatto simultaneo cono / flangia tra l’attacco della macchina e il portautensile. Il fatto che il contatto tra macchina e utensile sia tanto stabile permette di eliminare qualsiasi vibrazione e deflessione.

“Questo sistema mi ha pienamente convinto”, prosegue Krüger. “Non solo ci permette di soddisfare i nostri standard qualitativi. Aumentando la velocità di avanzamento, riusciamo ad abbattere il tempo necessario alla lavorazione del 40%”.

 

Come funziona BIG-PLUS®?

Armin Salbaum della divisione Application Technology & Production Optimization di BIG KAISER commenta: "In confronto ad un’interfaccia conica standard, il sistema BIG-PLUS® abilita il contatto simultaneo tra cono e flangia del portautensile, assicurando così la massima rigidità”.

“L’utensile viene trattenuto nel mandrino fino a che la sua superficie piatta raggiunge il naso del mandrino”, prosegue Salbaum. “Ecco perché è così importante che i portautensili rispettino le tolleranze. In caso contrario, come vediamo accadere con le imitazioni non ufficiali, si rischia di danneggiare il mandrino”.

Il sistema BIG-PLUS® garantisce lo smorzamento delle vibrazioni e assicura la massima rigidità, con vantaggi in termini di precisione e ripetibilità, e consente di effettuare lavorazioni anche impegnative con elevate velocità di taglio e vibrazioni impercettibili, oltre a prolungare la durate degli utensili. Si tratta di un vantaggio importante per utilizzatori come Hera.

“In definitiva possiamo mettere sullo stesso piano un attacco BIG-PLUS® 30 con un BIG-PLUS® 40 DV40, la cui rigidità è confrontabile con un DV50”, fa notare Krüger. “Oltre ad essere più economico, non avremmo modo di inserire in produzione una macchina più grande, e anche i nostri consumi di energia sono elevati”.

“Ci sono situazioni in cui un mandrino più piccolo è più vantaggioso, poiché la sua dimensione ridotta gli consente di avvicinarsi di più a componenti difficili. Da quando abbiamo scoperto questa caratteristica, abbiamo deciso di affidarci esclusivamente agli attacchi BIG-PLUS®”.

BIG-PLUS®®

 

Risparmio di tempo e meno errori grazie a una soluzione modulare

L’interfaccia CK dei portautensili BIG KAISER permette di sostituire con una singola chiave, con la precisione di µm.

“Si tratta di un aspetto molto importante per aziende come la nostra”, afferma Krüger. “Grazie all’interfaccia CK, possiamo inserire prolunghe e riduzioni e utilizzarle con punte piene, teste di alesatura e persino mandrini per la foratura. Possiamo bloccare qualsiasi utensile in qualunque portautensile e passarli da una macchina all’altra, anche se queste hanno attacchi diversi tra loro”.

“La modularità che possiamo ottenere e la riduzione del numero di utensili necessari è incredibile: non ci sono errori, risparmiamo tempo e riusciamo a prevenire errori che ci costerebbero caro”.

 

Caratteristiche utili per effettuare lavorazioni di qualità

Un altro dei vantaggi di cui Hera ha potuto beneficiare è l’ottimizzazione della gestione del magazzino utensili. “Una caratteristica apprezzata degli utensili BIG KAISER è che sono intercambiabili. Per esempio, da quando siamo passati a BIG KAISER tutti gli inserti sono uguali, possiamo utilizzare diversi sistemi e utensili con un singolo inserto. È il massimo dell’efficienza! Non dobbiamo più tenere scorte di consumabili come in passato, e abbiamo drasticamente ridotto il rischio di errore”.

“Inoltre, possiamo ottenere i migliori risultati utilizzando una testa di alesatura con tagliente singolo, piuttosto che impiegare un alesatore speciale che ha sempre avuto problemi di approvvigionamento e tempi di consegna. A fronte dello stesso tempo di lavorazione, otteniamo una miglior qualità superficiale e meno scarti”.

“Anche ChipFan di BIG KAISER si è rivelata molto utile”, sottolinea Krüger. “Si attacca alla macchina come se fosse un utensile e semplifica la lavorazione CNC grazie a un getto di aria o di refrigerante per rimuovere trucioli e residui di refrigerante dal pezzo. Di conseguenza, non è necessario che un operatore sia sempre presente accanto alla macchina per pulire i residui della lavorazione. In passato abbiamo avuto qualche problema di macchie ma ora non più. Risparmiamo sia tempo che aria compressa. La rimozione manuale dei residui comporta sempre il rischio di ferirsi per via dei trucioli che volano nell’aria. Problema risolto, ora”.

 

Investire in utensili di qualità paga

Quando Hera è stata fondata nel 2008, nessuno poteva immaginare il grande successo che i suoi prodotti avrebbero avuto. La crescita di Hera è stata tale che l’azienda ha inserito un nuovo centro di lavoro nel suo parco macchine praticamente ogni anno.

“In quanto responsabile di una piccola azienda, inizialmente ero scettico in merito all’ambizioso piano di acquisti di Daniel Krüger”, dice Nöth. “Ma dal momento che per noi il rapporto qualità/prezzo è così importante, abbiamo deciso di affidarci esclusivamente ad utensili premium, e devo proprio ammettere che questa scelta strategica si è rivelata azzeccata”.

HERA Products